Link rapidi

Disabilità motoria 

In questa pagina, in maniera molto sintetica, è possibile trovare le informazioni principali sui servizi per le persone con disabilità motoria.

Per garantire la sicurezza dei nostri clienti, l’accesso dei passeggeri con sedia a rotelle su tutti i mezzi attrezzati di ATM dovrà avvenire nel rispetto dei seguenti limiti di dimensione e peso: larghezza 75 cm, lunghezza 120 cm, altezza 109 cm e peso massimo di kg 200, ritenendosi comunque ATM sollevata da ogni responsabilità in caso di salita a bordo con carrozzine non conformi ai predetti limiti.

Prima del viaggio, per informazioni relative al percorso desiderato e agli impianti di discesa e di risalita (scale mobili, montascale e ascensori), consigliamo di contattare almeno un’ora prima della partenza la nostra Infoline 02.48.607.607 comunicando eventualmente le dimensione della carrozzina. Per conoscere le stazioni accessibili consulta lo schema della rete.

In metropolitana

Scale mobili
Sono presenti in quasi tutte le stazioni. Sia in discesa, sia in salita è opportuno tenere la destra.  Guarda l'allegato

Montascale
Per consentire alle persone in carrozzina di raggiungere i diversi piani della stazione e di risalire in superficie, sono presenti 81 impianti di montascale, con pedana mobile a funzionamento elettrico. La presenza dell’impianto è segnalata all’esterno della stazione dal relativo simbolo.

Ascensori
Alcune stazioni sono servite da ascensori che collegano i diversi piani tra di loro e con l’esterno; a garanzia della tua sicurezza personale, gli ascensori sono costantemente sorvegliati dall’Operatore di Stazione tramite impianto televisivo. 

Pedane mobili 
In tutte le stazioni dotate di montascale e ascensori sono presenti pedane mobili a disposizione dei passeggeri con disabilità motoria che servono ad agevolare la salita dalla banchina sul treno. Per l’utilizzo di tali impianti occorre rivolgersi all’operatore di stazione che darà assistenza all’operazione.

Percorso con segnaletica
Tutte le stazioni sono dotate di segnaletica specifica per indirizzarti verso gli impianti di discesa/salita, attraverso un percorso specificamente studiato.

Varco alla barriera d'ingresso
Per le persone con disabilità, alla barriera d’ingresso è riservato un varco posto a lato della cabina dell’Operatore di Stazione, regolato da una barra a movimento orizzontale. La convalidatrice è collocata in corrispondenza del varco. Inoltre, è possibile comunicare all’Operatore il nome della stazione a cui si intende scendere in modo che il macchinista possa prestare assistenza in caso di necessità.
Nella linea M5 è presente un varco dedicato: per avere informazioni o assistenza, è necessario utilizzare i citofoni presenti

Assistenza in caso di necessità
In caso di necessità ti consigliamo di rivolgerti direttamente all’Operatore di Stazione. I nostri Operatori sorvegliano costantemente le banchine di tutte le stazioni  tramite telecamere a circuito chiuso collegate ai monitor della loro cabina, le cui immagini sono visibili anche dalla Sala Operativa. 

Per permettere ai passeggeri di comunicare con l’operatore di Stazione e con la Sala operativa, sono presenti in banchina e al piano mezzanino videocitofoni e audiocitofoni SOS
- M1 e M2. Audiocitofoni presenti al centro banchina
- M3. Tre videocitofoni presenti in banchina (in testa, al centro e in coda); un minimo di due videocitofoni al piano mezzanino
Nella linea M5 tutte le stazioni sono sorvegliate da 42 telecamere (14 sulle banchine, 9 nel piano ammezzato e 19 tra atrio ed esterno). Tutti gli ascensori hanno una telecamera all’interno e alle uscite.
Il sistema garantisce 24 ore su 24 uno sguardo attento e costante all’interno delle stazioni (accessi, varchi d’ingresso, distributori automatici di servizio, WC automatici, scale mobili, corridoi di collegamento e banchine). Lo stesso accade all’interno del treno dove sono presenti 8 telecamere al fine di garantire la massima sicurezza dei passeggeri e per intervenire prontamente in caso di emergenza.
In caso di emergenza i passeggeri possono:
1. contattare il posto centrale attraverso i pulsanti SOS presenti sui citofoni, collocati in tutte le vetture e nelle stazioni;
2. sui treni: azionare le apposite maniglie, tenendo presente che il treno non si arresta fino al raggiungimento della prima stazione; a treno fermo il passeggero che ha azionato il segnale d’allarme, fornirà al personale di servizio le opportune informazioni riguardanti la causa di allarme

Dispositivo di segnalazione emergenza in stazione
In più punti all’interno di ciascuna stazione, sia nel mezzanino sia in banchina, è installato un lampeggiante di colore rosso dotato di avvisatore acustico. L’attivazione di questo dispositivo indica che è necessario abbandonare la stazione per un’emergenza in atto.

Servizi igienici
I servizi accessibili alle persone con disabilità motoria sono presenti nelle stazioni elencate nella tabella in allegato

In treno

In base alla normativa vigente, per ogni treno della metropolitana è consentito il trasporto di un solo passeggero con disabilità in carrozzina, che è tenuto ad utilizzare, sotto la propria responsabilità, lo spazio riservato e il relativo dispositivo di aggancio. La postazione è collocata sulla prima vettura nel senso di marcia del treno, in prossimità della porta più vicina alla cabina di guida. Sui treni Meneghino e Leonardo la postazione è sempre sulla prima vettura, ma in corrispondenza della seconda porta.
I treni metropolitani delle linee M1, M2, M3 sono dotati del dispositivo a catenella per il bloccaggio delle carrozzine, mentre sulla linea M5 è presente una cintura di sicurezza.  

Vettura con postazione riservata alle persone con disabilità in carrozzina
Il trasporto della persona che si muove con l’ausilio di carrozzina è consentito a condizioni che quest’ultima possa agevolmente essere trasportata fino in banchina, entrare in vettura senza difficoltà e inserirsi correttamente nella postazione riservata.
In base alla normativa vigente, per ogni treno è consentito il trasporto di un solo passeggero con disabilità in carrozzina che è tenuto ad utilizzare, sotto la propria responsabilità, lo spazio riservato e il relativo dispositivo di sicurezza. La postazione è collocata sulla prima vettura nel senso di marcia del treno affinché il macchinista possa offrire assistenza in caso di necessità. Sulla M5 è possibile chiedere assistenza premendo l’apposito pulsante posizionato presso la postazione della carrozzina. Per inviare la richiesta si consiglia di premere il pulsante per almeno 5 secondi.

Il passeggero in carrozzina deve portarsi in testa alla banchina e accedere al treno soltanto se la postazione riservata risulta non occupata da un altro passeggero in carrozzina. Se la postazione è occupata è necessario rimanere in banchina e attendere l’arrivo del treno successivo. Il macchinista del treno che vede in banchina un passeggero in carrozzina è tenuto a prestare la propria assistenza se richiesta dal passeggero.

Sistema di ancoraggio della carrozzina 
In vettura l’ancoraggio della carrozzina è obbligatorio per la sicurezza del trasporto.
I treni delle linee M1 e M2 e alcuni della linea M3 sono dotati di un sistema di sicurezza manuale, costituito da una catenella applicata ad uno dei tre pali in acciaio; all’estremità libera della catenella è fissato un moschettone per l’aggancio. Per il suo utilizzo, il passeggero deve sistemarsi all’interno dello spazio delimitato dai tre pali, azionare il freno di stazionamento della carrozzina, far passare la catenella attorno a un punto della carrozzina che non sia rimovibile e agganciarla con il moschettone.
Alcuni treni della linea M3 sono equipaggiati con sistema di sicurezza automatico che consiste nel bloccaggio delle ruote della carrozzina tramite la fuoriuscita di due cunei dalla parete della vettura confinante con la cabina di guida. Per il suo utilizzo il passeggero deve posizionarsi di spalle in corrispondenza del dispositivo in modo da permettere l’aggancio dei cunei alle ruote della carrozzina e premere il pulsante per permettere la fuoriuscita dei cunei. Per lo sgancio deve premere nuovamente il pulsante. Tutte le operazioni sopra descritte per l’utilizzo dei dispositivi di sicurezza sono demandate al passeggero disabile o al suo accompagnatore.
La linea M5 è dotata di sistema di ancoraggio con cintura di sicurezza.

Citofono SOS per segnalare emergenza
Nelle linee M1, M2, M3, all’interno di ogni vettura, in prossimità della prima porta del vagone, è presente un citofono che permette al passeggero in situazione di emergenza di comunicare direttamente con la Sala operativa. Nella linea M5 sono presenti due citofoni per ogni vettura, per un totale di otto.  

In superficie

Banchine di fermata 
Le banchine di fermata ubicate lungo il percorso di alcune linee servite da vetture a pianale ribassato sono adeguate alle caratteristiche costruttive dei veicoli. Oltre ad essere più larghe, sono realizzate in modo da consentire un passaggio più agevole dall’esterno all’interno della vettura e viceversa tramite una pedana estraibile dal mezzo; sono inoltre dotate di percorsi LOGES di avvicinamento alla vettura.
Per garantire continuità ai percorsi agevolati, in prossimità delle fermate i marciapiedi sono dotati di scivoli in corrispondenza degli attraversamenti stradali.
Scarica l'allegato a fine pagina.

In vettura

Pianale ribassato

Le vetture attrezzate per il trasporto delle persone in carrozzina sono riconoscibili dall’esterno per la presenza del simbolo internazionale della disabilità motoria (carrozzina bianca su sfondo azzurro) che indica al loro interno la presenza della postazione riservata dotata del sistema di ancoraggio in sicurezza. Tutti gli autobus di area urbana, i nuovi filobus e i nuovi tram urbani sono dotati di pianale ribassato, cioè non hanno gradini per l'ingresso e per l'uscita, e sono equipaggiati con rampa estraibile e con postazione riservata.  
Scarica l'allegato a fine pagina.

Postazione riservata
L’area per lo stazionamento della persona con disabilità in carrozzina è contrassegnata all’esterno e all’interno della vettura tramite pittogrammi. L’ancoraggio della carrozzina avviene mediante sistema di sblocco/blocco della cinghia di sicurezza. Una volta a bordo, la persona in carrozzina è tenuta ad inserirsi nella postazione riservata, dotata di cinture e di pulsantiera di comando: il passeggero deve disporsi contromarcia e appoggiarsi alla parete della postazione; deve poi bloccare le ruote della carrozzina con i freni di stazionamento e allacciare la cintura di sicurezza.
Ad agganciamento avvenuto, il passeggero deve confermare al conducente, tramite l’apposito pulsante, il consenso alla partenza del veicolo; in seguito il passeggero prenota la fermata desiderata e, qualora si renda necessario, può richiedere assistenza al conducente tramite il tasto rosso presente sulla pulsantiera. 
 
Gli autobus attrezzati per il trasporto di persone in carrozzina, dotati cioè del pianale ribassato, della pedana estraibile e della postazione riservata) sono il 100% del totale.  La percentuale di filobus di tram attrezzati è rispettivamente del 46% e del 41%

I link seguenti verranno aperti in una nuova pagina
  • Segnala su:
  • Facebook
  • Segnalo
  • Salva su diggita.it
  • Segnala su OK Notizie
  • Segnala su Wikio
  • Salva su Delicious
  • Digg
  • Salva su Technorati
  • Google Bookmarks
  • Windows Live
  • Invia a un amicoInvia a un amico
  • StampaStampa