Link rapidi

MUDEC - Museo delle Culture 

Sconti per gli abbonati annuali: 
- sconto ridotto speciale sul costo del biglietto d’ingresso di ciascuna delle Mostre (audioguida esclusa)
- 10% di sconto sui prodotti acquistati all’interno del bookshop



MUDEC – Museo delle Culture

Il Museo delle Culture di Milano è un centro dedicato alla ricerca interdisciplinare sulle culture del mondo, dove a partire dalle collezioni etnografiche e in collaborazione con le nostre comunità, si intende costruire un luogo di dialogo attorno ai temi della contemporaneità attraverso le arti visive, performative e sonore, il design e il costume.

Nato da un’operazione di recupero di archeologia industriale nell’area dell’ex fabbrica Ansaldo, in zona Tortona, il MUDEC reinterpreta gli spazi in cui si inserisce con corpi dalle forme squadrate rivestiti di zinco e con una struttura in cristallo - illuminata 24 ore su 24 – che “irrompe” geometricamente nell’edificio che lo accoglie. Il Museo si distingue per la sua hall centrale di forma libera e organica, che genera una corte interna, una piazza coperta, luogo d’incontro fra le culture e le comunità.
All’interno dell’edificio si sviluppano diversi spazi che offrono al visitatore e alla città una molteplicità di proposte culturali e di servizi, distribuiti su 17.000mq: sale della collezione museale e delle esposizioni temporanee, Auditorium, Mudec Bistrot, Mudec Design Store, Ristorante Enrico Bartolini Mudec, aule didattiche e parcheggio.

Il MUDEC è innovativo anche per la sua formula gestionale: è, infatti, il primo museo italiano con una governance in partnership tra pubblico e privato. Il Comune di Milano ricopre la direzione scientifica del patrimonio, la sua valorizzazione e il coordinamento dell’attività del Forum Città Mondo. 24 ORE Cultura – Gruppo 24 Ore è responsabile della programmazione e realizzazione delle grandi mostre di respiro internazionale e della gestione dei servizi aggiuntivi del MUDEC nelle diverse anime che lo compongono.

La Collezione Permanente è il cuore del Museo delle Culture e vede esposte oltre 200 tra opere d’arte, oggetti d’uso, tessuti, strumenti musicali, testimonianze preziose di culture provenienti da medio ed estremo Oriente, America meridionale e centrale, Africa occidentale e centrale, Sud Est asiatico e Oceania, coprendo un arco cronologico che va dal 1200 a.C. (Perù preispanico) al Novecento. Una selezione ragionata dai circa 8000 pezzi delle Raccolte Etnografiche del Comune di Milano - alcuni in mostra per la prima volta e tutti completamente restaurati - che presenta il risultato di nuovi e approfonditi studi e rivela i molti differenti approcci che hanno condizionato la ricerca, la curiosità e l’approccio dei collezionisti verso i mondi più lontani.
È possibile visitare, con visite su prenotazione, i depositi del MUDEC che conservano buona parte della Collezione non esposta nelle sale museali, in un percorso suddiviso per aree geografiche di provenienza.

Per poter usufruire dei vantaggi, è necessario esibire la tessera elettronica ATM in corso di validità insieme alla Carta Club, che è possibile ritirare presso gli ATM Point.
Nel caso in cui non si fosse in possesso della Carta Club, farà fede lo scontrino di acquisto dell’abbonamento insieme alla tessera elettronica ATM.
Se l’abbonamento è acquistato tramite la propria azienda, sarà necessario mostrare la mail inviata da ATM, attestante la validità e la tipologia di abbonamento annuale caricato sulla tessera elettronica.

 

Inside Magritte. Fabbrica del Vapore, dal 9 ottobre al 10 febbraio 2019
Inside Magritte”, il nuovo e inedito percorso espositivo multimediale dedicato al grande maestro surrealista René Magritte (1898 –1967) promosso dal Comune di Milano, ideato e firmato da Crossmedia Group – Hepco insieme a 24 ORE Cultura che coproducono la tappa milanese per la regia di The Fake Factory.
A partire dal 9 ottobre l’esposizione animerà la Cattedrale della Fabbrica del Vapore a Milano con immagini, suoni, musiche, evocazioni e suggestioni che ricostruiranno l’universo pittorico di Magritte.
Per la prima volta in assoluto una mostra monografica digitale e multisensoriale dedicata all’artista belga viene realizzata con il supporto e la consulenza scientifica della Succession Magritte di Bruxelles.
Curato dalla storica dell’arte belga Julie Waseige, “Inside Magritte” accompagnerà i visitatori della Fabbrica del Vapore fino al 10 febbraio 2019 attraverso un percorso esperienziale multisensoriale, che in circa 50 minuti inviterà il visitatore a entrare nell’universo surrealista con un linguaggio narrativo intenso e assolutamente evocativo. Coinvolgimento, illusione e allusione saranno gli strumenti per comprendere ed entrare nel mondo enigmatico di René Magritte.
Paul Klee. Alle origini dell’arte, dal 31 ottobre 2018 al 3 marzo 2019
La mostra Paul Klee. Alle origini dell’arte, a cura di Michele Dantini e Raffaella Resch, promossa dal Comune di Milano-Cultura e da 24 ORE Cultura-Gruppo 24 ORE, che ne è anche il produttore, presenterà un centinaio di opere dell’autore, provenienti da importanti musei e collezioni private europee e conterà su una consistente collaborazione del Zentrum Paul Klee di Berna.
Artista dalla multiforme personalità, non solo pittore, ma anche musicista e teorico di grande forza, lo svizzero Klee ha rappresentato una delle figure più importanti del‘900, apportando innovazioni nella tecnica e nella teoria pittorica.
La mostra illustrerà come Paul Klee partecipi a questo fermento, in una maniera assolutamente personale, interiorizzando l’arte primitiva all'interno del suo sistema di pittura d'idee, e affiancandola all’ispirazione che trasse dall’antico e dall’arte classica e paleocristiana delle popolazioni del Mediterraneo. 
The Art of BANKSY. A VISUAL PROTEST, dal 21 novembre 2018 al 14 aprile 2019
“The Art of Banksy. A visual protest” è un progetto espositivo curato da Gianni Mercurio, che raccoglierà in un unico luogo pubblico per la prima volta oltre 70 lavori tra dipinti, sculture, prints dell’artista inglese, corredati di oggetti, fotografie e video, che racconteranno attraverso uno sguardo retrospettivo l’opera e il pensiero di Banksy. Un percorso a suo modo accademico e insolito, ma coerente con la mission di un museo come il MUDEC, ovvero quella di fornire a ogni fascia di pubblico le chiavi di lettura per comprendere (e apprezzare) le culture del mondo e i grandi temi della contemporaneità attraverso tutte le arti visive, performative e sonore. La mostra non è autorizzata dall’artista.
Promossa dal Comune di Milano-Cultura e da 24 ORE Cultura-Gruppo 24 ORE, che ne è anche il produttore, la mostra The art of Banksy. A visual protest si articolerà attraverso quattro sezioni che porteranno a una riflessione critica su quale sia (e quale potrà essere) la collocazione di Banksy in un contesto più generale della storia dell’arte.

I link seguenti verranno aperti in una nuova pagina
  • Segnala su:
  • Facebook
  • Segnalo
  • Salva su diggita.it
  • Segnala su OK Notizie
  • Segnala su Wikio
  • Salva su Delicious
  • Digg
  • Salva su Technorati
  • Google Bookmarks
  • Windows Live
  • Invia a un amicoInvia a un amico
  • StampaStampa