Link rapidi

Il mondo dei trasporti si riunisce a Milano. A palazzo Giureconsulti il “Policy board” di UITP 

Dopo Dubai la città si prepara ad ospitare il congresso mondiale
Nel 2015 92 Paesi, mille espositori e 5mila partecipanti

Milano, 20 ottobre 2011

Oltre 80 esponenti delle principali aziende, associazioni e autorità del trasporto pubblico riuniti per fare il punto sui piani di mobilità in corso nelle diverse realtà e promuovere nuove strategie di sviluppo del settore È in corso da questa mattina a Palazzo Giureconsulti il “policy board” di UITP, l’Unione Internazionale del Trasporto Pubblico, che riunisce oggi e domani a Milano i principali rappresentanti dei 3.400 membri provenienti da oltre 92 paesi.

L’incontro si svolge a Milano perché è nel capoluogo lombardo che si terrà il Congresso Mondiale del 2015 dopo che Atm, in rappresentanza della città, si è imposta sulle altre due finaliste, Francoforte e Montreal. Una vera e propria Expo dei Trasporti, per la quale sono previsti oltre 5mila partecipanti e mille espositori stranieri, che sarà ospitata dal nuovo centro congressi di Fiera Milano. Atm si è aggiudicata il prestigioso appuntamento dopo Dubai, sede dell’ultimo congresso mondiale nello scorso aprile.

Presenti  questa mattina l’assessore alle Infrastrutture e mobilità della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, l’Assessore alla mobilità, Ambiente, Arredo Urbano e Verde del Comune di Milano, Pierfrancesco Maran e il neo presidente di Atm, Bruno Rota.

“Intervengo con piacere per fare i miei auguri di buon lavoro al Policy Board di UITP che ha davanti a sé due giornate impegnative su temi cari a Regione Lombardia, come la mobilità elettrica e la mobilità urbana sostenibile, ma anche su argomenti nuovi, ancora tutti da esplorare, come il rapporto tra Trasporto Pubblico e Social Media - ha riferito l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo -. La Lombardia negli ultimi anni si è data tre priorità. Colmare il proprio deficit infrastrutturale, migliorare il servizio ferroviario regionale, riformare il Trasporto Pubblico regionale. Per quanto riguarda il primo punto, la realizzazione di infrastrutture, ci siamo dati come prima deadline il 2015. Per quella data avremo pronte 52 nuove opere per un investimento di circa 20 miliardi di euro. Stiamo lavorando infatti per costruire 182 nuovi km di rete autostradale, 95 km di rete ferroviaria, 57 km di rete metropolitana. Per quanto riguarda il secondo obiettivo, la necessità di migliorare in modo significativo la qualità del servizio ferroviario regionale - di cui Regione Lombardia è diretta responsabile svolgendo azioni di pianificazione e controllo – ci ha portato a creare, nel maggio 2011, Trenord. La mission della nuova società - nata dalla unione del gestore nazionale Trenitalia con il gestore regionale LeNORD  e con sede a Milano -  è quella di offrire a chi utilizza i treni lombardi più corse, più comfort, più puntualità, più informazione. Sono sicuro che collaboreremo insieme con ottimi risultati, in vista dell’appuntamento della primavera 2015, quando Milano ospiterà l’Esposizione Universale Feeding the Planet, Energy for life e il 61 esimo UITP World Congress and Exhibition”.

“L’incontro di oggi tra istituzioni, associazioni e aziende del trasporto pubblico provenienti da quasi cento Paesi del mondo – ha detto l’assessore alla Mobilità, Ambiente, Arredo urbano e Verde, Pierfrancesco Maran – è un’occasione unica per confermare il nostro impegno nella realizzazione di una mobilità sostenibile e integrata che abbia nel trasporto pubblico il suo cuore e negli altri servizi collegati, come bike sharing e car sharing altri importanti asset di sviluppo. Mobilità sostenibile – ha aggiunto l’assessore – significa difesa dell’ambiente, maggiore vivibilità dei centri urbani, aumento della qualità della vita. A Milano lo scorso giugno i cittadini, partecipando ad un referendum, ci hanno chiesto di potenziare il trasporto pubblico, di realizzare piste ciclabili e di adottare nuove e più incisive misure anti traffico. Un obiettivo a cui stiamo lavorando e che anche grazie alla sinergia tra il Comune e l’Atm, storica azienda della nostra città, potremo raggiungere in tempi non lontani. Expo 2015 sarà una grande prova per Milano, anche dal punto di vista delle infrastrutture del trasporto pubblico. Il Congresso mondiale che Milano ospiterà sarà l’occasione per condividere con voi i nostri risultati”.

“Il trasporto pubblico - ha dichiarato Bruno Rota, presidente di Atm – è un elemento strategico per vivere con successo la mobilità della città e l’incontro di oggi, unitamente al congresso mondiale che ospiteremo nel 2015, rappresentano un riconoscimento al ruolo chiave di ATM sia a livello nazionale che internazionale. La nostra sfida per il futuro è una mobilità sempre più sostenibile, di qualità e customer oriented; obiettivi che si possono raggiungere solo incrementando in misura significativa la quota di trasporto pubblico”.

Il convegno proseguirà fino a domani pomeriggio quando i partecipanti faranno una visita tecnica nella sala di controllo della linea M5, situata all’interno della stazione Bignami. Uno sguardo alle tecnologie che governeranno il funzionamento della nuova linea metropolitana completamente automatica e poi tutti a bordo delle nuove vetture driverless fino alla stazione di Bicocca. Una linea realizzata sul modello metropolitana di Copenaghen la “World’s best Metro”  gestita da Atm dal 2008.

Ufficio Stampa Atm

 

I link seguenti verranno aperti in una nuova pagina
  • Segnala su:
  • Facebook
  • Segnalo
  • Salva su diggita.it
  • Segnala su OK Notizie
  • Segnala su Wikio
  • Salva su Delicious
  • Digg
  • Salva su Technorati
  • Google Bookmarks
  • Windows Live
  • Invia a un amicoInvia a un amico
  • StampaStampa